Home Broker Recensioni ed opinioni su HitBTC, perché è meglio starne alla larga?

Recensioni ed opinioni su HitBTC, perché è meglio starne alla larga?

HitBTC rappresenta una delle alternative europee più conosciute in materia di exchange europei. Permette la negoziazione di oltre 400 criptovalute e ha commissioni vantaggiose. Purtroppo, però, non si può definire immune agli attacchi informatici e ci sono anche legittimi sospetti la sua insolvenza…

Recensione utenti: 34 votes
75% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

HitBTC è un exchange fondato in Europa ma gestito dalla società americana HitTech Ltd, con sede a Chicago. A differenza di quanto il nome può lasciar immaginare, questo exchange non si occupa solo della compravendita di bitcoin ma può vantare oltre 400 criptovalute, dunque non solo le principali.

HTC è dotato, per chi vuole, di un’API che permette di connettersi da terze parti per approvare e controllare lo stato delle transazioni, ma non supporta anche un applicazione per dispositivi mobili.

È un exchange che ha conosciuto molta della sua popolarità per il fatto di accettare valuta fiat, il che lo rende più facile e comprensibile soprattutto per quegli utenti che hanno familiarizzato da poco con questi asset e che non vedono di buon occhio il fatto di dover passare prima da un exchange terzo per poi convertire le loro valute fiat in criptovalute da negoziare poi a coppie.

HitBtc: cosa conosciamo della sua storia

HitBTC è stata fondata utilizzando 6 milioni di euro di capitale di rischio. Non è stato ancora rivelato chi è stato il fondatore di questo sito Web o la mente di questa piattaforma. Sembra semplicemente essere il risultato di una società che ha pensato che sarebbe stata una buona idea avviare un exchange di criptovalute. La società con sede a Chicago, Hit Tech limited era responsabile di HitBTC. C’è stata anche una qualche associazione con Cryptopay, tuttavia la relazione è stata interrotta e i fondatori di Cryptopay hanno deciso di uscire da qualsiasi coinvolgimento nella piattaforma. Con ogni probabilità, si è trattato di divergenza di opinioni sul futuro. Nonostante qualsiasi differenza di opinione, i token Cryptopay sono ancora elencati sullo scambio HitBTC, il che significa che la relazione non è completamente finita.

Anche la storia di HitBTC è macchiata da un attacco informatico: sebbene la società abbia tentato di insabbiare le prove del caso, è possibile leggere sui forum online e nelle piattaforme dedicate al mondo delle cripto numerose lamentele da parte di utenti che si sono visti derubati. Dobbiamo dire che HitBTC non ci ha fatto di certo una bella figura perché si è rifiutato di fornire qualsiasi informazione sull’incidente(complimenti!). Le lamentele degli utenti che hanno perso i loro fondi sono tante così come quelle di chi ha riscontrato vistosi ritardi sui pagamenti. Una questione di cui ci occuperemo dettagliatamente in uno dei paragrafi successivi di questa recensione.

La struttura delle commissioni dell’exchange HitBTC è diversa e abbastanza competitiva rispetto ad altri exchange di cui ci siamo già occupati. Fanno pagare lo 0,1% agli acquirenti (venditori, che effettuano ordini di richiesta) e forniscono uno sconto dello 0,01% ai minatori (acquirenti che effettuano ordini di offerta). Questo meccanismo o progetto non è seguito da nessun’altra parte e rappresenta un modo per invitare gli utenti ad acquistare e non a vendere le proprie monete. Ogni exchange addebita entrambe le parti alla negoziazione in un modo o nell’altro, ma HitBTC è l’unico a offrire uno sconto al momento dell’acquisto.

BrokerValutazionedeposito minimoregolamentazioneinizia ad investire
1250 $USA Allowedinvesti ora!
2100 $USA Allowedinvesti ora!
3250 $investi ora!

I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD

HitBtc ha i suoi pregi: ecco quali sono

Riconosciamo che l’exchange sia dotato di alcune caratteristiche che lo rendono accettabile agli occhi degli utenti anche se, nessun vantaggio che sarà successivamente elencato, è in grado di far dimenticare, nemmeno parzialmente, quelli che sono i difetti di questo exchange, a partire proprio dalla vulnerabilità dell’exchange stesso.

  • Un grande vantaggio dell’utilizzo di HitBTC sono le tariffe basse. Le commissioni di transazione e di negoziazione sono dello 0,1%, molto inferiori rispetto alla concorrenza degli exchange;
  • Il deposito minimo non c’è: si può fare dunque trading con importi anche molto bassi. Questo è utile soprattutto per chi non ha ancora tanta esperienza, che potrà dunque iniziare con piccole somme per poi aumentarle una volta che si avrà più confidenza.
  • L’exchange accetta valuta fiat emessa dalle banche centrali per cui non si avrà il fastidio di dover prima convertire il denaro in cripto e poi comprare cripto come avviene in altre piattaforme. Questo vuol dire che si può fare sia trading in coppie cripto con fiat, sia in coppie di criptovalute stesse;
  • HitBTC ha oltre 400 criptovalute disponibili per il trading. Questo enorme spiegamento lo rende un exchange per tutt in quanto dispone sia delle criptovalute più liquide bitcoin, ethereum e altre maanche molte delle nuove monete emergenti che vengono immesse nel mercato attraverso ICO e che rappresentano un’opportunità molto interessante in termini di volatilità da sfruttare;
  • La registrazione su HitBTC è semplice e veloce. Serve solo inserire la email, inserire una password complessa e si riceverà un codice di verifica o un link inviato presso la email registrata in pochi secondi.

L’elenco delle cose che non ci hanno convinto di questo exchange

Come abbiamo visto, HitBtc si configura come un exchange che ha alcuni lati positivi che devono essergli riconosciuti. Tuttavia, nessuno di questi è positivo abbastanza da farci dimenticare quelli che sono gli aspetti controversi di questa piattaforma. Li abbiamo riassunti in 4 punti principali, cui seguirà l’approfondimento legato alla questione dei bitcoin rubati più un’altra situazione decisamente spiacevole.

  • Delle valute fiat in circolazione, HitBtc accetta solo e soltanto euro, dollari o sterline, per cui se avete altre valute non potranno essere scambiate con alcuna criptovaluta.
  • La piattaforma ha un’interfaccia grafica avanzata e dunque adatta solo ai traders più esperti, ma meno ai neofiti o comunque ai non troppo pratici di trading. Non esiste una piattaforma demo e questo potrebbe essere deleterio e sfociare in perdite in casi di utilizzo sbagliato. Senza la verifica dell’account, il conto subisce delle serie limitazioni che vanno dunque a destabilizzare l’operatività troncandone i possibili guadagni.
  • La verifica dell’account è un processo piuttosto lungo, che richiede un tempo che può essere anche di ben 10 giorni, soprattutto nel periodo in cui vi è maggiore domanda.
  • HitBtc, a differenza di quanto dichiara, accetta solo e soltanto bonifici bancari come metodo di deposito e prelievo. I depositi con Paypal non sono consentiti e, di fatto, anche quelli con carta di credito lo sono perché le banche ne stanno vietando l’acquisto di criptovalute. Questo si traduce nel fatto che è possibile depositare solo mediante bonifico bancario o tramite criptovaluta da un portafoglio esterno. A conti fatti, ci sembra una trovata pubblicitaria per fingere di accettare valuta fiat, quando invece la realtà è ben diversa.
  • A differenza di tutti i principali competitor, HitBTC non ha una piattaforma per dispositivi mobili, il che rende piuttosto complicato l’aggiornamento delle posizioni in portafoglio se non si ha la disponibilità di essere davanti al computer.
BrokerValutazionedeposito minimoregolamentazioneinizia ad investire
1250 $USA Allowedinvesti ora!
2100 $USA Allowedinvesti ora!
3250 $investi ora!

I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD

Attacchi informatici e dubbi di insolvenza: siete davvero sicuri su HitBTC?

Oltre al triplo attacco simultaneo che alcuni exchange, tra cui BTer e HitBtc, hanno subito tra il 2015 e il 2016, in questi ultimi tempi si sta spargendo la voce circa la possibilità che HitBTC sia insolvente. Abbiamo riassunto il tutto in 2 punti, che evidenziano tutte le nostre perplessità:

  1. Prova di riserve per HitBTC
  2. Problemi di prelievo in seguito alla nuova politica KYC / AML introdotta da HitBTC

Prova di riserve

Il primo elenco di prova delle riserve fornite da Coinfirm e dalla AMLT Token Network l’8 aprile ha mostrato che HitBTC detiene 245,20 BTC nei loro portafogli caldi e freddi, in un determinato cluster.
Questo è stato il primo fattore scatenante per Cointelligence e Coinfirm per approfondire le attività di HitBTC.
Una seconda istantanea è stata fatta il 30 aprile, mostrando i cluster BTC all’altezza del blocco #573150, con i portafogli caldi e freddi HitBTC che mostrano 449,65 BTC.
La terza istantanea è stata fatta il 18 maggio, mostrando i cluster BTC all’altezza del blocco #576573, con i portafogli caldi e freddi HitBTC che mostravano 243,4 BTC e 4945,18 ETH.

Problemi nei prelievi

HitBTC era ed è tuttora un exchange che consente ai suoi utenti di scambiare criptovalute, insieme alla possibilità di acquistare criptovalute, utilizzando una carta di credito tramite fornitori di terze parti.

HitBTC non ha costretto alla sottoscrizione del KYC ai suoi utenti fino a quando non è diventato conveniente per loro, come possiamo leggere nell’articolo di Filip Zaric Moye del 23.04.2018:

Fondi congelati, scuse e messaggi confusi – c’è una crescente quantità di prove che suggeriscono che HitBTC, lo scambio di criptovaluta, sta truffando alcuni utenti.
Ironia della sorte, usano la pretesa di una best practice nota come Know Your Customer (KYC) come una maschera per truffare apparentemente fondi a tempo indeterminato, rifiutando le richieste di rimborso. Nome, indirizzo, cittadinanza e documento di identità con foto sono tutti modi in cui KYC può essere implementato: sembra che la politica di ID di HitBTC non sia stata altro che un pretesto per attirare clienti nella piattaforma per poi capovolgere la frittata ed avere una scusa per congelare gli account degli ignari clienti

Vi sentireste al sicuro sapendo che ci sono persone in grado di violare i vostri account e rubare le vostre criptovalute senza lasciare traccia se non nell’anonimato della blockchain?

In sintesi…

La combinazione simultanea di riserve basse con politiche commissionali che sembrano progettate per rendere difficile o poco attraente il prelievo di fondi, rende evidente come ci troviamo di fronte ad un exchange che cerca disperatamente di nascondere la propria insolvenza.

Se poi a tutto questo andiamo ad aggiungere i soliti problemi relativi a un servizio clienti lento o che risponde in modo scadente e che la piattaforma non è pensata per gli utenti che non siano già sufficientemente esperti (oltre a non essere dotata di un conto demo) ecco che abbiamo raccolto un numero di elementi tale che sconsigliamo nella maniera più ferma possibile l’utilizzo di questi exchange, pericolosi e inutilmente complicati.

Completiamo la nostra recensione suggerendovi due broker alternativi che offrono, tra i numerosi vantaggi, la sicurezza nelle transazioni e la semplicità di poter speculare, al rialzo o al ribasso, su tutte le criptovalute più importanti.

Plus500

Plus500 ti mette nelle condizioni di fare trading sulle criptovalute immediatamente: una registrazione al sito, un deposito minimo di 100 euro tramite bonifico, carta di credito, paypal e tutti gli altri pagamenti elettronici supportati e il gioco è fatto! 
Se siete di primo pelo, poi, Plus500 mette a disposizione la sua piattaforma in demo con la quale potrete allenarvi e diventare bravi senza impiegare del denaro reale (HitBtc non dispone di una piattaforma demo!)
La piattaforma, come dicevo, vi permette in un attimo di negoziare i vostri strumenti finanziari preferiti in quanto è davvero semplice da usare. Il broker è conosciuto nel mondo per la sua assistenza multi-lingua via chat 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Questa attenzione per il cliente lo rende il miglior broker del mondo! Oltre alla chat, adatta a risolvere piccole e grandi questioni inerenti all’operatività, potete mandare e-mail che saranno prese in carico da professionisti del settore. 
Inoltre, è a vostra disposizione tanto materiale formativo per applicare con profitto quello che studierete!
Plus500 gode di un’ottima reputazione nelle recensioni che si possono trovare sul web. Il broker è quotato in borsa al London Stock Exchange ed è rinomato per la puntualità con cui permette i prelievi dei profitti generati, oltre ad avere commissioni bassissime! 

Ricapitolando, Plus 500, vi offre un servizio super:

  • Per velocità di apertura conto ed esecuzione degli ordini di mercato, (Dimenticate le lunghe attese di HitBtc!)
  • per la sua piattaforma facile da usare,
  • assistenza gratuita 24/7, (con risposte esaurienti e competenti, non risposte automatiche di un bot)
  • depositi minimi e prelievi immediati e, soprattutto, lo ribadiamo ancora una volta, regolamentazione e autorizzazione della Consob e degli altri principali organi di vigilanza.
BrokerValutazionedeposito minimoregolamentazioneinizia ad investire
1250 $USA Allowedinvesti ora!
2100 $USA Allowedinvesti ora!
3250 $investi ora!

I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD

eToro

Una delle migliori caratteristiche di eToro è di essere una piattaforma davvero semplicissima da usare e che vi consentirà di negoziare sul forex, indici, azioni, materie e prime e ben 10 tra le criptovalute più conosciute tra cui Bitcoin, Ethereum, Dash, Litecoin e Ripple. eToro è regolato dalla CySec, il massimo organismo di controllo dell’autorità finanziaria. Per accedere è sufficiente registrarsi con una e-mail e una password ed effettuare un deposito minimo di 200$. Una volta entrati nel sistema, il portale che vi si presenta davanti è intuitivo, tutte le asset-class sono suddivise per genere per cui con assoluta velocità potrete selezionare dove comprare o vendere! Se questo non bastasse, sappiate che con eToro non sarete mai soli perchè c’è un’assistenza chat 24 ore su 24 e la formazione è continua attraverso analisi di mercato sempre aggiornate e la Trading Academy che consta di video online, una biblioteca da poter consultare liberamente ma anche di webinar live per vedere come operano i professionisti in real-time.
In più, si dice spesso come bisogna imparare dai trader professionisti o comunque da quelli più esperti e profittevoli. E se invece, avessimo addirittura la possibilità, come sui banchi di scuola, di copiare da loro? Ed ecco che in nostro soccorso arriva il sistema di copy trading promosso da eToro, che vi permette di replicare tutte le operazioni che un determinato trader compie durante la giornata. Funziona esattamente come nei social network, il trader che voi andrete a seguire, posta la sua operatività e il sistema, in automatico, le esegue anche per voi. Forte, vero?
La scelta dei trader più profittevoli si può determinare facilmente consultando, con assoluta trasparenza, l’operatività nei profili traders e anche dalle classifiche che vengono aggiornate su base settimanale, mensile e annuale.

Il nostro responso finale sull’exchange

HitBtc è un exchange che non può soddisfare le nostre esigenze. Innanzitutto ha una piattaforma complicata che non è adatta a chi non ha sufficiente dimestichezza col trading, ma questo è il dettaglio più marginale rispetto al resto degli evidenti problemi di cui vi abbiamo raccontato.

L’attacco informatico di cui è stato tristemente protagonista getta ombre su quella che è la caratteristica comune di tutti gli exchange: la mancanza di sicurezza. In più, ulteriori sospetti si addensano sulla credibilità di HitBtc: le prove che sia insolvente, il che potrebbe portare da un giorno all’altro alla sparizione della cassa.

Conviene, pertanto, ridurre al minimo l’esposizione su questi exchange ed usarli solo, e al limite, come scambio per le criptovalute, ma andando poi a possedere le stesse su dispositivi hardware separati. Costerà un po’ di più, ma avrete la sicurezza che nessuno potrà mettere le mani sui vostri fondi. In alternativa, suggeriamo la pura speculazione, al rialzo o al ribasso, mediante i CFD a leva forniti dai broker online che vi abbiamo poc’anzi suggerito.

[post_views]