Home Criptovaluta Comprare Dash analisi e quotazioni aggiornate

Comprare Dash analisi e quotazioni aggiornate

Una delle più recenti criptovalute diffusasi è il Dash una moneta virtuale ad alta capitalizzazione che si basa su un network peer to peer decentralizzato. E’ uno dei migliori siti di trading su cui poter fare affidamento, sia da investitori esperti, che per i novizi.

Avis des lecteurs: 60 votes
60% de comptes d’investisseurs de détail perdent de l’argent lors de la négociation de CFD avec ce fournisseur. Vous devez vous assurer que vous pouvez vous permettre de prendre le risque élevé de perdre votre argent

Una delle più recenti criptovalute diffusasi è il Dash una moneta virtuale ad alta capitalizzazione che si basa su un network peer to peer decentralizzato. E’ uno dei migliori siti di trading su cui poter fare affidamento, sia da investitori esperti, che per i novizi.

Dash: come funziona?

Come appena detto, il Dash è una delle nuove criptovalute, nata nel 2014. Piuttosto che criptovaluta una delle migliori definizioni per questo network è quello di “contante digitale”. La gestione di tale moneta virtuale è possibile grazie a una rete decentralizzata che non può essere controllata da banche o enti governativi e per il suo funzionamento si serve di un’architettura a due livelli. Uno costituito dai miners i quali garantiscono le varie transazioni, che possono presentarsi come: Istantanee; Private e Decentralizzate.

Un secondo livello, invece, costituito dai nodi che permettono numerose funzioni avanzate.

Una delle peculiarità del Dash è che mantiene le transazioni e il saldo di ogni cliente riservato, grazie all’uso di misure di sicurezza della privacy avanzate.

Il Dash ha inoltre a disposizione una tecnologia innovativa che permette ai fruitori di inviare denaro in modo istantaneo e irreversibile nel giro di pochissimi secondi.

Ciò che lo rende ancora più accattivante è l’utilizzo di una valuta globale, che rende possibile a chiunque inviare denaro in qualsiasi parte del mondo ad altissima velocità e con le stesse commissioni, senza particolari variazioni.

Il bello è che parliamo di una valuta economica da utilizzare, con la maggior parte delle transazioni il cui costo è solo di qualche centesimo, il che la rende l’operazione più vantaggiosa rispetto ad altri servizi. Poiché come già detto il Dash è la prima valuta digitale ad avere una rete a 2 livelli. Il primo livello è composto dai minatori che riferiscono le transazioni sul blockchain, mentre al secondo livello si trovano i così detti masternode. Entrambi sono server che permettono di mantenere la privacy e di effettuare transazioni molto rapide.

Le aspettative per il futuro, prevedono la presenza di funzioni uniche, che porteranno il Dash in una categoria ancora più elevata, forse addirittura a sé stante per il fatto che offrirà servizi che altre valute digitali non saranno in grado di offrire, se non evolveranno.

Il Dash può vantare inoltre svariate caratteristiche chiave, che rendono questa moneta digitale estremamente allettante per tutte le persone che desiderano diversificare il proprio investimento.

Le caratteristiche più importanti del Dash Coin sono:

  • Transazioni Istantanee (InstantSend)
  • Transazioni private (PrivateSend)
  • Governance Decentralizzata (DGBB)

Come ha preso campo il Dash?

Il Dash muove i suoi primi passi già nel 2014, quando era conosciuto come la criptovaluta XCoin. Poco dopo questa fase iniziale, subì alcuni cambiamenti, come il suo nome che si trasformò in DarkCoin. Nel 2015 ha preso il nome con cui la conosciamo attualmente oggi, in seguito alla fusione di Digital e di Cash. Pochi giorni dopo il lancio ufficiale, vennero prodotti circa 1,9 milioni di Dash, circa un quarto dell’offerta complessiva.

Una particolarità divertente è che il creatore della criptovaluta, Evan Duffield dichiarò che la creazione della moneta digitale nacque un errore, precisamente come un bug all’interno del codice di Litecoin, del quale Dash è un hard fork.

Inoltre, il sistema Dash utilizza il 10% del ricavato in un fondo creato per lo sviluppo della moneta stessa. Questo ha reso possibile un rapido sviluppo del sistema, arrivando oggi ad essere la terza criptovaluta come capitalizzazione. La particolarità del Dash è il masternode, ossia un minatore che acquista 1000 o più Dash.

Dagli ultimi rilevamenti un Dash vale circa 285 dollari, in continua crescita. Ad inizio anno il suo valore si attestava sui 90 dollari, una crescita esponenziale, perciò secondo diversi esperti del settore, Dash ha davanti un raggiante futuro.

Il blockchain del Dash è pubblico come le catene dei blocchi di tutte le altre valute digitali. Una persona può inviare piccole denominazioni a vari masternode, che a loro volta risponderanno inviando diverse monete. In questo modo la traccia viene persa. I Master Node hanno un livello di sicurezza proof-of-service, che potenziano la rete e consentono le transazioni. Sono disponibili anche delle funzionalità di voto per la moneta digitale. Uno dei motivi che ha portato il Dash ad avere un così grande successo all’interno del mondo delle criptovalute è proprio dovuta anche alla scarsità delle monete disponibili sul mercato. Una bassa offerta ha consentito quindi di contribuire all’aumento dell’interesse nei confronti di questa criptovaluta.

La funzione principale del Dash che attrae molte persone è conosciuta con il nome di “Darksend System”: un sistema che rende le transazioni impossibili da tracciare. Con il Dash infatti non è richiesto alcun conto, nessuna registrazione e nessuna verifica dell’identità. Per ragioni di anonimato, e ciò rende il Dash un’opzione migliore rispetto al Bitcoin, oltre che la valuta digitale più improntata alla privacy.

Le capacità dimostrate dal Dash sembrano spingere la valuta digitale verso una posizione sempre più importante nel mercato, il che potrebbe trasformarsi in importanti opportunità di trading.

Il Dash Coin

Durante gli ultimi anni, il valore della coppia del Bitcoin ha portato tantissime altre criptovalute a diventare estremamente celebri all’interno dei mercati finanziari. Le criptovalute diverse dal Bitcoin vengono chiamate “altcoins” ovvero “criptovalute alternative”.

I Dash Coin sono ciò che rendono il Dash una criptovaluta. Essi hanno il funzionamento del denaro contante digitale come il Bitcoin, tramite una rete P2P Open Source affidabile e veloce, che permette di ricevere ed inviare denaro elettronicamente.

Le valute che sono riuscite a guadagnarsi la fiducia da parte dei più grandi investitori sono sempre di più, ma una delle poche criptovalute ad aver avuto un grande successo è quella del Dash Coin. Si tratta di una criptovaluta che ha un funzionamento estremamente simile rispetto al Bitcoin, anche se tuttavia gran parte delle funzionalità sono state estremamente migliorate.

Ciò è uno dei punti a favore della criptovaluta del Dash, che si tratta di un metodo per inviare pagamenti in maniera estremamente rapida virtualmente a livello mondiale e con l’impiego di pochissimi secondi. Ogni transazione del Dash, come tutte le altre criptovalute, ha ovviamente dei costi aggiuntivi da sostenere, ma niente di troppo elevato.

Dash è il migliore?

La principale differenza tra Dash e le altre criptovalute è soprattutto la velocità con cui si possono effettuare le transazioni. Si potrebbe arrivare a parlare di transazioni istantanee. Questo aspetto è legato all’introduzione del protocollo peer to merchant, che supera nettamente le tempistiche della rete Bitcoin, che può richiedere diversi minuti per ogni singola transazione.

Inoltre, grazie al sistema Darksend, un sistema che prevede la produzione di un certo mix di transazioni, rendendo i vari pagamenti indiscernibili, consente un maggiore riservatezza rispetto al Bitcoin.

Quando parliamo di Dash non possiamo non nominare i Masternode, degli strumenti che svolgono diversi compiti per la rete. Essi comprendono prima di tutto la miscelazione e la distribuzione dei pagamenti. Un singolo Masternode può essere ospitato dagli utenti che entrano in possesso di 1000 Dash.

Tuttavia, questo ha un costo, perciò gli host di masternodes ricevono una percentuale sul premio di blocco. Investendo in Masternodes, inoltre, si può partecipare alle votazioni interne alla community e contribuire al processo di innovazione.

Quali sono le principali differenze tra Bitcoin e Dash

Bitcoin è stato il primo sistema di criptovalute al mondo che in pochi anni ha raggiunto una capitalizzazione di mercato grandissima e giornalmente il suo valore aumenta. Ogni criptomoneta creata ha lo scopo principale di migliorare Bitcoin e quindi di ripercorrere la sua strada per il successo. Secondo i fondatori del Dash, sono numerose le differenze tra i due sistemi di pagamento. Innanzitutto, come detto in precedenza, le transazioni sono quasi immediate nel sistema Dash. Al contrario, in Bitcoin un invio di denaro può durare anche 10 minuti. Inoltre, tutte le operazioni sono assolutamente private, nessuno quindi potrà spiare cosa gli utenti fanno con il proprio wallet.

Queste due fondamentali caratteristiche, insieme ad una sicurezza elevatissima, rendono il Dash il maggior concorrente del Bitcoin.

Dash e il trading online

Dash da’ anche la possibilità di fare trading online. Innanzitutto per la forte capitalizzazione della valuta. Inoltre, è il valore che il know how degli sviluppatori ha portato al mondo cripto. Dash è davvero un esempio di eccellenza tecnologica unica, i suoi sviluppatori infatti, recentemente, hanno rinunciato agli pseudonimi rendendo noti chi sono e in che modo lavorano.

Per investire in Dash, non è necessario acquistare la valuta. Chi vuole fare trading online con Dash ha infatti a disposizione i CFD. Degli strumenti derivati grazie ai quali è possibile puntare su un asset senza bisogno di possedere effettivamente il prodotto nel proprio portafoglio. Grazie alla leva finanziaria si può certo guadagnare molto ma bisogna comunque fare attenzione perché si può anche andare incontro a grandi perdite. Ecco perché, quando si è alle prime armi, è bene essere consapevoli dei principali rischi e dei propri limiti.

Come comprare e investire in Dash

Acquistare Dash potrebbe rivelarsi un’operazione molto complicata se non si è al corrente di come sono strutturati e funzionano i vari portali che consentono il trading online di questa criptovaluta. Molti inoltre possono rivelarsi delle vere e proprie truffe, proprio per questo è fondamentale indirizzarsi verso una soluzione che sia regolamentata al 100%.  Una piattaforma regolata è una piattaforma sicura, e rappresenta la soluzione migliore per investire con il Dash.

Sarebbe quindi conveniente comprare Dash?

A dire la verità: No. L’altissima volatilità delle criptovalute rende inopportuno e sconsigliato l’acquisto diretto delle monete virtuali. Principalmente perché il valore del Dash varia drasticamente di giorno in giorno, questo porta ad una incertezza sul futuro della moneta. Potrebbe seguire le orme di Bitcoin e quindi arrivare ad avere una quotazione altissima. Ma potrebbe anche essere una bolla e “scoppiare” da un giorno all’altro. La quotazione del Dash rischia quindi di avere un’impennata o di arrivare a valere zero.

Questo è il principale motivo per cui i broker più sicuri non permettono di acquistare direttamente la criptovaluta. Il trading avviene tramite i CFD (contratti per differenza). Questo strumento segue l’andamento, in tempo reale, del Dash. Grazie ai CFD si potranno avere numerosi vantaggi, tra cui quello che non renderà necessario comprare direttamente la criptovaluta per negoziarla, garantendo così una maggiore sicurezza dei propri investimenti.

Inoltre, attraverso la leva finanziaria si avrà maggiore potere di acquisto e anche la possibilità di negoziare anche al ribasso. Si potrà quindi avere profitto anche con un mercato ribassista.

Tutti questi vantaggi fanno capire quanto sia importante affidarsi ad un broker affidabile e sicuro come quelli proposti in questa guida. Grazie a questi intermediari sarà molto più facile fare trading di Dash.

Ad oggi il Dash risulta essere la 7a più grande criptovaluta sul mercato forex, ed è accettata dall’App Store. Questo va a sottolineare come la domanda e il ranking della valuta sia in continuo aumento. Uno dei maggiori fattori ad influenzare l’aumento di prezzo è la domanda e l’offerta di monete disponibili all’utilizzo.

Con il Bitcoin, che ha raggiunto recentemente il suo massimo record, i trader guardano al Dash come un’opzione alternativa con un potenziale tasso di crescita.

L’unico strumento di cui si ha bisogno per aprirsi un portafoglio di criptovalute è un pc ed una connessione ad internet.

Dove investire nella criptovaluta Dash?

Sono numerosi i broker che permettono il trading della criptovaluta Dash. Come per tutte le monete digitali è fondamentale però fare attenzione nella scelta dell’intermediario di riferimento. Risulta necessario controllare a fondo le regolamentazioni dei vari broker, in modo da essere sicuri di consegnare il proprio denaro in mani sicure. Successivamente conviene aprire un conto demo (solitamente gratuito) in modo tale da poter testare le piattaforme di trading offerte dal broker. Di seguito delineeremo alcuni tra i migliori broker per il trading che si possono utilizzare con il Dash.

Potrebbe risultare infatti, un’operazione estremamente difficile se non si conosce come questi mercati finanziari vengono strutturati e se non si conosce come lavorano gli svariati siti internet che permettono di fare trading online con questa criptovaluta.

Il Dash presenta per questo motivo una storia che è stata contraddistinta da svariate truffe che hanno portato gli investitori più esperti di abbandonare il mondo delle criptovalute. Ad oggi risulta infatti estremamente pericoloso acquistare e vendere dash se si decide di non affidarsi a broker di trading online regolamentati dalla CySEC.

Ma fare trading online nel mercato del Dash può comunque essere un’operazione da effettuare in estrema tranquillità, e soprattutto in piena legalità se ci si affida alle migliori piattaforme di trading online autorizzate e regolamentate.

Quali sono i migliori broker per il trading Dash?

Per effettuare il trading in maniera sicura è fondamentale scegliere solo ed esclusivamente broker regolamentati e autorizzati. Esistono infatti numerosi enti regolamentatori che assicurano l’utente sulla sicurezza dell’intermediario. Di seguito ne elenchiamo alcuni tra cui:

  • CySEC: La Cyprus Securities and Exchange Commission è l’ente regolamentatore cipriota. Perchè lo si prende in considerazione? Semplice, perchè il 90% dei broker ha sede a Cipro, quindi è fondamentale che siano autorizzati ad operare dalla CySEC.
  • FCA: La Financial Conduct Authority è un ente inglese che regolamenta ed autorizza qualsiasi operatore economico che ha intenzione di svolgere la propria attività nel Regno Unito.
  • CONSOB: La Commissione nazionale per le società e la Borsa è la società che controlla ed autorizza l’attività economica in Italia. Sono pochi i broker che possono vantare di avere l’autorizzazione della CONSOB, a causa delle severe regole imposte.

Inoltre, dopo aver verificato le regolamentazioni è necessario prendere in considerazione le piattaforme di trading che offrono i vari broker. Queste piattaforme devono essere il più possibile veloci nelle esecuzioni degli ordini e facili da utilizzare. Tutti gli strumenti devono essere a portata di qualche click, considerando che il trading online è un’attività dove ogni secondo può fare la differenza.

Le condizioni di trading sono ancora più importanti. Richiedono: bassi spread applicati, leva finanziaria disponibile e deposito minimo. Sono tutte condizioni necessarie e che vanno verificate prima di depositare il proprio denaro su un conto di trading. Tutte queste informazioni sono facilmente reperibili anche sui siti ufficiali dei broker.

Per entrare nel trading, ribadiamo quindi, che è necessario rivolgersi sempre a piattaforme autorizzate dalla Consob e regolamentate CySEC. Il web fortunatamente offre diverse soluzioni in proposito. Nel novero in questione spicca senza dubbio Plus500.

Uno tra i broker più famosi del mondo, Plus500 è l’ideale per chi vuole fare trading online Dash. Perché la piattaforma di trading Plus500 risulta essere regolamentata su tutto il territorio europeo grazie al sigillo della CySEC. Questo fa sì che sia garantito il massimo dell’affidabilità ed il rispetto di tutte le severe normative europee.

Inoltre, attraverso le app per Android ed iOS, per cui è disponibile, Plus500 è estremamente semplice da usare, offre un’interfaccia super intuitiva sia da desktop, sia da app, soluzione ottima per chi è un novizio negli investimenti con i mercati finanziari. Ha anche una sezione molto fornita di asset, tra i quali sono comprese appunto le criptovalute e consente di aprire un conto demo per esercitarsi quando si è alle prime armi evitando di perdere soldi.

Un altro punto a suo vantaggio è anche l’assenza di commissioni, un aspetto che consente di abbattere le spese extra per investire online. Plus500 può quindi essere attualmente considerata dagli investitori la soluzione migliore per investire i propri soldi all’interno delle criptovalute e di conseguenza anche nel Dash.

Perciò possiamo affermare che ad oggi la migliore piattaforma in assoluto è quella di Plus500. Uno dei broker di trading online completamente regolamentato, affidabile senza costi di alcun tipo, e senza commissioni.

Infine, tutte le persone che decidono di registrarsi all’interno di questa piattaforma di trading online hanno un accesso di tipo illimitato, gratuito. Questo consente dunque di iniziare ad investire senza alcun tipo di rischi anche sulla piattaforma di trading reale.

Un altro broker a cui è possibile affidarsi per il trading con il Dash è eToro. Questo broker permette di aprire un’unica tipologia di conto, con deposito minimo di 200 dollari. Quest’ultimo potrà essere effettuato tramite bonifico, carta di credito, Paypal, Neteller, WebMoney e Moneybookers. Invece, l’eventuale prelievo di denaro dovrà effettuarsi sullo stesso metodo di pagamento del deposito.

La leva finanziaria massima utilizzabile varia a seconda dell’asset negoziato: 1:400 per i Forex e 1:100 per indici e materie prime. Anche la dimensione minima di trading varia: 1 unità per gli indici, 10 unità per le materie prime e 1000 unità per le valute.

eToro offre spread fissi che variano in base alle condizioni del mercato finanziario, in tempo reale. Ad esempio, per le coppie di valute, lo spread minimo è di 3 pips; leggermente più alto rispetto ad alcuni concorrenti ma nella media.

Proprio per questo motivo, quando si accede ad un nuovo conto, bisogna anche controllare quali sono le tipologie di conti proposti, che spesso variano in base al deposito minimo effettuato. Spesso alcuni broker presentano la possibilità di aprire un conto VIP a seguito di un ingente deposito. Ovviamente, più un conto è costoso più andrà a fornire delle comode caratteristiche in grado di accontentare anche chi fosse più esigente in materia di broker.

Oltre a tutto ciò è importante tenere d’occhio l’importo minimo ed il payout reso, con il broker che spesso va ad addebitare una commissione da cui trae guadagno. Oltre a tutto questo di fondamentale importanza è la possibilità di aprire un conto demo gratuito ed illimitato  con il quale poter iniziare a fare pratica nel mondo del trading con denaro simulato. Grazie a questa opportunità si potrà iniziare a fare trading senza effettuare nessun deposito.

Le opportunità per il trading sono davvero interessanti anche perché si deve considerare che, negli ultimi due anni, il prezzo di Dash è aumentato notevolmente. Nel 2017 è stato protagonista di una vera e propria esplosione, un incremento annuale superiore al 1000%. Fare trading Dash con Plus500 può essere quindi molto vantaggioso, ma bisogna sempre considerare il buonsenso e ricordare che le criptovalute sono soggette a forte volatilità. Grazie a Plus500 è possibile guadagnare con tutti i tipi di movimento di mercato, sia quando il valore del Dash aumenta, sia quando diminuisce.

Il Dash è una delle crittovalute piu’ promettenti della prossima generazione, che offre le stesse funzioni del Bitcoin con qualche funzione aggiuntiva in più, come ad esempio transazioni istantanee, transazioni private migliorate e un sistema di governance decentralizzato. Per certi versi il Dash e’ assai piu’ simile all’ ethereum di quanto si pensi.

Quotazione Dash

Negli ultimi anni il Dash è aumentato di popolarità così come di prezzo e di capitalizzazione di mercato. Il prezzo di Dash negli ultimi anni è letteralmente esploso verso l’alto. Il prezzo di questo mercato è passato dagli 11 dollari per arrivare a toccare massimi di 200 dollari, con un incremento superiore al 1700%.

La quotazione del Dash perciò, negli ultimi tempi è aumentata prepotentemente, consentendo a sempre più investitori di conoscere nel migliore dei modi questa criptovaluta, sconosciuta fino a qualche tempo fa.

Inoltre, il prezzo del Dash negli ultimi 2-3 anni ha continuato il suo movimento verso l’alto, arrivando a registrare una vera e propria esplosione durante il 2017, arrivando a toccare livelli superiori ai 300 dollari.

Se andiamo ancora più nel dettaglio e in periodi recenti, possiamo notare come il Dash, presenti un notevole rialzo che va quasi a superare quello di altri siti di trading come Ethereum o persino Bitcoin

Dai minimi di inizio febbraio, negli ultimi mesi il prezzo di Dash è salito del 175%. Perciò possiamo sottolineare come Dash si sta trascinando in territorio positivo allo stesso modo di Monero, due cryptovalute molto simili per utilizzo e sviluppo del protocollo.

I motivi del movimento al rialzo di Dash potrebbero essere dovuti all’aggiornamento del masternode. Poiché recentemente sono stati fatti due aggiornamenti e questo garantisce maggiore sicurezza alla cryptovaluta nota per garantire il suo totale anonimato e privacy.

Tra i movimenti più drastici verso il basso, tra le prime 20 crypto in classifica, si fa notare Cosmos (ATOM), così come anche Basic Attention Token (BAT), entrambe -5%.

Per concludere

Possiamo quindi affermare che la criptovaluta Dash, negli ultimi anni ha avuto un successo non indifferente. Grazie anche alla sua alta sicurezza e alla garanzia della privacy delle transazioni. Tutti fattori che hanno permesso alla valuta di arrivare nei primi posti di preferenza degli utenti.

Inoltre diversi broker offrono la possibilità di negoziare Dash attraverso l’utilizzo di opzioni binarie e social trading. Tutti questi broker hanno ottenuto negli anni numerose regolamentazioni come prova della loro sicurezza.

Investire in Dash in 3 semplici azioni

Come fare per acquistare e vendere criptovalute in maniera semplice e veloce? Una delle soluzioni migliori può essere affidarsi a un broker come eToro. Andiamo a vedere come acquistare in rapidità.

Prima AZIONE: Iscriversi e cominciare

Una volta aperta la home del sito di eToro, sarà possibile iniziare a commerciare con le criptovalute dopo una semplice e veloce iscrizione alla piattaforma.

Seconda AZIONE: Selezionare la valuta

Dall’elenco sulla sinistra si potrà selezionare la voce “Mercati” e quindi, in alto, la parte con scritto “Cripto”.

Terza AZIONE: Iniziare ad acquistare!

Una volta effettuata la scelta della criptovaluta, si potranno cominciare le proprie operazioni andando ad acquistare o vendere la moneta virtuale desiderata.

[post_views]