Home Azioni Italiane Comprare azioni Recordati, analisi e quotazioni aggiornate

Comprare azioni Recordati, analisi e quotazioni aggiornate

Recordati SpA è una società italiana attualmente quotata al FTSE MIB che è uno tra i maggiori produttori di prodotti farmaceutici in Italia e la diffusione di questa azienda sta toccando anche il continenete europeo.

Recensione utenti: 31 votes
75% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Recordati Industria Chimica e Farmaceutica SpA è un gruppo con sede in Italia impegnato nella ricerca, sviluppo, produzione e commercializzazione di prodotti farmaceutici. Promuove un’ampia gamma di prodotti farmaceutici, sia di proprietà che sotto licenza, in una serie di aree terapeutiche, come Antibiotici e Antivirali, Cardiovascolare, Sistema nervoso centrale, Dermatologico, Gastroenterologico, Sistema urinario genitale, Patologie muscolo-scheletriche e terapia del dolore, Farmaci ostetrici e ginecologici e da banco (OTC). La Società è impegnata nella ricerca e sviluppo di nuove sostanze farmaceutiche all’interno delle aree terapeutiche cardiovascolari e urogenitali e dei trattamenti per le malattie rare. Il suo prodotto è ZANIDIP, un calcio-antagonista di ultima generazione per l’ipertensione da trattamento. Opera attraverso Italchimici SpA, Pro Farma AG e i diritti di commercializzazione nordamericani a Cystadane. La Società possiede e opera attraverso Natural Point srl anche nel settore degli integratori alimentari.

Lo Zanidip, farmaco usato per combattere l’ipertensione

Le azioni Recordati sono un buon acquisto?

Recordati è il nome di una famiglia bolognese che da 2 secoli si occupa di farmacia di generazione in generazione. La svolta industriale avviene nel 1926 quando Giovanni Recordati, fonda il Laboratorio Farmacologico Reggiano aprendo un’officina per la ricerca e produzione di farmaci su ampia scala, divenuta ben presto vera e propria azienda con il trasferimento in una nuova sede di 15.000 m², dotata di laboratori chimici e biologici per la ricerca, stabilimento per la produzione, magazzini di deposito e uffici. Dal dopoguerra in poi il laboratorio si espanderà arrivando in tutto il mondo con i suoi rinomati farmaci. La quotazione in Borsa del 25% della società alla Borsa di Milano avviene nel 1984. Il titolo valeva 1 euro nel 1998 ma da lì in poi è stata un’escalation. Consolidatosi prima sui prezzi di 7-8 euro per azione, il titolo è schizzato in alto con la rottura del prezzo tondo dei 10 euro (avvenuta con la firma di un accordo esclusivo di licenza con Apricus Biosciences Inc, per la commercializzazione del farmaco Vitaros, un prodotto topico innovativo per il trattamento della disfunzione erettile) un rally lunghissimo che dal 2013 al 2017 ha portato il titolo a valere 40 euro per azione. Poi, un tentativo da parte del gruppo CVC Partners ha portato volatilità sul titolo e lo stesso è arrivato a scambiare intorno ai 28 euro per azione. L’OPA è andata deserta e il CDA della Società ha respinto il corrispettivo di 27,55 per azione ritenuto non congruo dal punto di vista finanziario e il titolo è rimasto nel FTSE MIB (dove potete negoziare anche il titolo Juventus), andando nell’ultimo trimestre ad attaccare nuovamente i massimi storici. Di seguito, guardiamo i dati relativi all’ultimo bilancio prima di procedere ad analizzare il consenso degli analisti finanziari:

BrokerValutazionedeposito minimoregolamentazioneinizia ad investire
1250 $USA Allowedinvesti ora!
2100 $USA Allowedinvesti ora!
3250 $investi ora!

I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD

Dati di bilancio (in mln di EUR)

Ricavi d’esercizio1.352,235
Ricavi ultimi 12 mesi1.368,725
Ebitda (utile ante imposte) d’esercizio502,614
Ebitda (utile ante imposte) ultimi 12 mesi508,645
Ebit (utile ante imposte) d’esercizio417,935
Ebit (utile ante imposte) ultimi 12 mesi424,279
Reddito disponibile per gli azionisti ordinari312,376
Reddito disponibile per gli azionisti ordinari ultimi 12 mesi317,896
Ebit (Utili ante imposte) normalizzati421,47
Reddito disponibile per gli azionisti ordinari (normalizzato)315,0186
EPS normalizzato ultimi 12 mesi1,52
La sede di Recordati Pharma, a Milano

Cauto ottimismo sulle prospettive del titolo

È proprio il rally avvenuto nell’ultimo trimestre che induce alla cautela da parte delle banche d’affari. Gli analisti finanziari suggeriscono di mantenere il titolo in portafoglio, ma di non procedere all’acquisto da questi prezzi (Hold). L’Hold è infatti il giudizio espresso da 5 su un totale di 9 agenzie di rating interpellate. Tuttavia, i restanti 4 analisti sono moderamente più ottimisti raccomandando con Outperform e Buy, con 3 e 1 preferenza rispettivamente. Il punteggio complessivo che Recordati ottiene è un discreto 2,44 nella scala di valori che assegna 1 allo Strong Buy e 5 allo Strong Sell.
Un parere che mi sento di condividere perché un +30% nel trimestre io difficilmente lo compro. È meglio aspettare di vedere il titolo in una fascia di prezzo dai 30 ai 33 euro per azione. Il titolo comunque è l’ideale e non può mancare in un portafoglio difensivo, in quanto capace di sovraperformare in caso di storni violenti da parte del mercato azionario, così come il titolo Moncler.
Recordati può essere anche negoziata con i CFD nel caso in cui non si dispone del capitale necessario a comprare azioni. I CFD sono strumenti derivati a leva che replicano l’andamento del titolo azionario.

La ricerca di Recordati continua senza sosta

La società è costantemente al lavoro nell’acquisire i diritti per la commercializzazione di nuovi farmaci, arrivando con la sua divisione Recordati Rare Diseases ad essere la prima società a livello mondiale nel trattamento delle malattie rare e dei farmaci orfani.
Il Consiglio di Amministrazione della Recordati S.p.A. ha altresì approvato il piano industriale per il triennio 2019-2021. Le previsioni finanziarie per il triennio sono le seguenti: per l’anno 2019 si prevede di realizzare ricavi compresi tra €1.430 milioni e €1.450 milioni, un EBITDA compreso tra €520 e €530 milioni, un utile operativo compreso tra €460 e €470 milioni e un utile netto compreso tra €330 e €335 milioni.
Per l’anno 2021, compreso l’apporto di ulteriori acquisizioni che potranno essere finalizzate nel periodo sotto analisi, si prevede di realizzare ricavi di circa €1.700 milioni, un EBITDA di circa €650 milioni, un utile operativo di circa €560 milioni e un utile netto di circa €400 milioni.

BrokerValutazionedeposito minimoregolamentazioneinizia ad investire
1250 $USA Allowedinvesti ora!
2100 $USA Allowedinvesti ora!
3250 $investi ora!

I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD

Come acquistare azioni Recordati in 5 mosse

Per iniziare ad investire, sarà necessario affidarsi a una delle migliori siti di trading – come eToro (recensioni e opinioni qui) – che ci consentono di effettuare le operazioni basilari del mercato degli investimenti, ed effettuare un’analisi tecnica dei titoli.

1° passo

Una volta entrati nel sito, basterà cliccare sul pulsante iscriviti subito e, una volta compilati i campi, si potrà effettuare l’accesso al proprio profilo.

2° passo

A questo punto basterà effettuare il primo deposito cliccando sull’icona apposita.

3° passo

Ora, cliccando sull’icona “Mercati” si potrà andare a scegliere dove operare, scegliendo tra Cripto, ETF, Azioni, Indici, Materie Prime e Valute.

4° passo

Scegliendo uno dei vari strumenti finanziari, ci si troverà davanti tutto un elenco di titoli su cui sarà possibile investire.

5° passo

Cliccando su uno dei titoli e valutando quale siano le migliori azioni sul mercato, sarà possibile selezionare la quantità da acquistare, impostare indicatori e concludere il tutto cliccando su “imposta ordine”.

[post_views]