Home Azioni Italiane Comprare azioni Juventus, analisi e quotazioni aggiornate

Comprare azioni Juventus, analisi e quotazioni aggiornate

Tra le società sportive più antiche in Italia figura la Juventus, fondata originariamente nel 1897 come club polisportivo. Il club è uno dei più tifati in Italia e beneficia di un grande numero di tifosi sparsi per tutto il mondo, grazie alle numerose vittorie e i campioni che hanno vestito la maglia a strisce bianconere.

Avis des lecteurs: 57 votes
60% de comptes d’investisseurs de détail perdent de l’argent lors de la négociation de CFD avec ce fournisseur. Vous devez vous assurer que vous pouvez vous permettre de prendre le risque élevé de perdre votre argent

Dal 1923 il club è legato a una delle famiglie italiane più influenti, gli Agnelli.

Le azioni Juventus sono un buon acquisto?

Il club ha deciso dal 2001 di quotarsi sulla Borsa Italiana, diventando una delle tre uniche società di calcio  italiane quotate in borsa assieme a Roma e Lazio. Attualmente le azioni del club sono in mano al gruppo Exor (della famiglia Agnelli) per il 60%, a una compagnia libica per il 7,5%, mentre il restante 32,5% è in mano ad altri piccoli azionisti.

Il valore sul mercato delle azione Juventus può essere in maniera pesante influenzato dalle altro squadre di calcio che – in questo caso – costituiscono la concorrenza della società, sia che siano quotate in Borsa o meno. Tutte le altre avversarie che la Juventus si trova a fronteggiare nel campionato possono influire sui risultati ottenuti dalla Juventus, o possono imbastire operazioni di mercato che vanno a influenzare in maniera alle volte più netta alle volte meno sul valore delle azioni del club bianconero.

La Juventus è una delle società più longeve e solide nello sport italiano

Un’azienda tradizionale

In sostanza, quindi, una squadra di calcio o una società sportiva più in generale, funziona in maniera molto simile a un’azienda tradizionale, con utili e costi a cui bisogna far fronte, la possibilità di effettuare investimenti e il bisogno di pagare i propri dipendenti, che variano dai componenti societari fino ad arrivare ai calciatori che scendono in campo. È importante tenere perciò in considerazione tutti questi elementi quando si vanno a considerare i fattori che possono influire sugli aspetti monetari in generale.

E proprio come un’azienda tradizionale, la Juventus ha come obiettivo quello di arrivare ad aumentare i propri ricavi, riducendo al contempo i costi e cercando di diventare più popolare tra il pubblico, magari aiutandosi stringendo delle alleanze strategiche con altri gruppi. Ad esempio nel 2017 la Juventus ha siglato un patto di partnership con l’azienda Costa Crociere, alleanza mirata a fornire vantaggi mutuali ad entrambi: la Juventus otterrà una grande visibilità sulle navi da crociera, mentre Costa Crociere potrà accostare il proprio nome a un club come la Juventus, accrescendo a sua volta la popolarità.

Un’altra importante alleanza arrivata nel 2017 è quella stipulata con M&M’s, un celebre marchio degli Stati Uniti appartenente al gruppo Mars, con la Juventus propensa a sfruttare la popolarità del marchio di snack per farsi pubblicità anche oltreoceano. Lo stesso marchio Jeep, lo sponsor che appare sulle maglie della squadra, sigla un’importante collaborazione tra le due società che guadagnano una fetta di clienti ognuna dal mercato dell’altra azienda.

Un continuo crescendo

La Juventus è stata protagonista di una crescita continua fin dal 2011, anno segnato dall’ingaggio del nuovo allenatore Antonio Conte e dal famoso calciatore italiano Andrea Pirlo, concludendo il campionato al primo posto. La società calcistica ha poi trionfato nuovamente nel campionato italiano dal 2012 al 2018, arrivando a guadagnarne in popolarità e acquistando grandi campioni, tra cui il campione Cristiano Ronaldo, acquistato nel 2018 per una cifra di 150 milioni di euro. Quest’ultimo acquisto, nonostante l’onerosità, non ha creato grattacapi alle finanze del club, grazie agli aumenti dei guadagni – a cui ha contribuito l’arrivo di Ronaldo – con un incremento del 107% in cinque anni e 406 milioni di euro di utili nel 2017 contro i 195 milioni di euro nel 2012.

Cristiano Ronaldo è stato l’acquisto più oneroso del calcio italiano nella storia

In sostanza, il gruppo Juventus gode di un’immagine solida in Italia e internazionalmente, con molti tifosi in tutto il mondo. Gli utili arrivano principalmente dalla vendita di prodotti brandizzati e quindi i risultati, così come il marketing, costituiscono un ruolo fondamentale.

Allo stesso tempo, però, il mercato in Italia è limitato e per crescere ulteriormente la Juventus vuole puntare a essere conosciuta sul campo internazionale.

Come acquistare azioni Juventus in 5 mosse

Per iniziare ad investire, sarà necessario affidarsi a una delle migliori siti di trading – come eToro (recensioni e opinioni qui) – che ci consentono di effettuare le operazioni basilari del mercato degli investimenti, ed effettuare un’analisi tecnica dei titoli.

1° passo

Una volta entrati nel sito, basterà cliccare sul pulsante iscriviti subito e, una volta compilati i campi, si potrà effettuare l’accesso al proprio profilo.

2° passo

A questo punto basterà effettuare il primo deposito cliccando sull’icona apposita.

3° passo

Ora, cliccando sull’icona “Mercati” si potrà andare a scegliere dove operare, scegliendo tra Cripto, ETF, Azioni, Indici, Materie Prime e Valute.

4° passo

Scegliendo uno dei vari strumenti finanziari, ci si troverà davanti tutto un elenco di titoli su cui sarà possibile investire.

5° passo

Cliccando su uno dei titoli e valutando quale siano le migliori azioni sul mercato, sarà possibile selezionare la quantità da acquistare, impostare indicatori e concludere il tutto cliccando su “imposta ordine”.

[post_views]