Home Azioni Italiane Comprare azioni Autogrill, analisi e quotazioni aggiornate

Comprare azioni Autogrill, analisi e quotazioni aggiornate

Una volta presente solamente in Italia, e oggi diffuso in più di 30 paesi diversi la società di Autogrill ha sempre più diffuso la propria influenza sulla borsa e sul mercato azionario.

Recensione utenti: 27 votes
75% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Autogrill è uno dei più importanti gruppi italiani, leader nel settore della ristorazione nei luoghi di viaggio non solo in Italia ma anche a livello mondiale attualmente leader non solo a livello nazionale ma mondiale. Autogrill è possiede oltre 4.300 ristoranti in tutto il mondo, strutture situate per la maggior parte in luoghi come aeroporti, aree di servizio di tratti autostradali o anche nelle stazioni ferroviarie più grandi.

Le azioni Autogrill sono un buon acquisto?

Con la sua presenza che tocca oltre 30 paesi differenti, Autogrill ha imparato nel corso del tempo a creare un business di aree di servizio encomiabile, andando a diffondersi capillarmente e diventando leader incontrastato del suo settore. Il gruppo Autogrill costituisce infatti una sorta di monopolista nel suo settore, al punto tale da far diventare il nome del gruppo sinonimo delle strutture adibite alla sosta in aree di viaggio, anche di competitor dell’azienda.

BrokerValutazionedeposito minimoregolamentazioneinizia ad investire
1250 $USA Allowedinvesti ora!
2100 $USA Allowedinvesti ora!
3250 $investi ora!

I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD

Un po’ di storia

Il gruppo Autogrill nasce nel 1947 dall’italiano Mario Pavesi che volle soddisfare l’esigenza di aree adibite al consumo di cibo e bevande per gli utilizzatori di automobili, che videro una grande diffusione successivamente alla fine della guerra. Il loro piazzamento sul territorio è strategico e studiato in maniera tale da poter venire incontro alle esigenze dei diversi automobilisti (e non solo) alla ricerca di aree di ristoro. Inizialmente i rifornimenti Autogrill inoltre vennero affidati alle tre più grandi aziende nell’ambito dei cibi e delle bevande: Motta, Alemagna e Pavesi, cosa che contribuì ancora di più, se possibile, ad aumentare il successo di queste strutture.

Dalla fusione di questo gruppo in un’unica grande azienda denominata Autogrill SpA (avvenuta nel 1977) nasce la società, che vide la partecipazione nei suoi investimenti anche dello Stato Italiano fino al 1995. Autogrill, nel corso degli anni, non si è lasciata scappare l’opportunità di investire anche all’estero, andando ad acquisire il gruppo francese Les 4 Pentes nel 1993 e il gruppo spagnolo Procace.

 Dal 1995 Autogrill SpA viene privatizzato la famiglia Benetton che diventa azionista di maggioranza. Nel 1997 arriva inoltre l’ingresso dell’azienda nella Borsa di Milano.

Osservando invece l’andamento dei bilanci di Autogrill SpA sono stati riscontrati risultati sempre molto positivi, con un 2016 chiuso con ricavi per 4,25 miliardi di euro – e un conseguente miglioramento del 4,2% rispetto all’anno precedente – e un utile netto di più di 98 milioni di euro, stavolta con un abissale upgrade rispetto al 2015 di 64,2 milioni di euro.

Grandi passi in avanti

Questi risultati certificano e possono garantire una conseguente diminuzione dell’indebitamento complessivo di Autogrill, costantemente in discesa anno dopo anno, con un futuro che si prospetta molto roseo dal punto di vista economico – sia per l’azienda sia per gli investitori – con la crescita che dovrebbe tenersi intorno al 6%.  L’anno successivo ha inoltre ribadito una volta di più, se ce ne fosse bisogno, Autogrill come leader del settore della ristorazione con un andamento in cui nei primi quattro mesi dell’anno sono stati incassati 1,37 miliardi di euro: queste cifre consentono di segnare un incremento del 4,8% nelle vendite a livello globale del gruppo.

Autogrill SpA non si ferma comunque a questi risultati e mette in piedi, anno dopo anno, strategie nuove per fornire servizi ancora migliori andando ad aumentare clientela e guadagni. Nel 2017 è inoltre iniziato un periodo di assestamento che prevede una riorganizzazione societaria che consentirà di operare meglio sul mercato andando a coprire in maniera completa tutte le diverse aree geografiche dove ancora mancano degli Autogrill.

Cosa prevede il futuro per l’azienda

 Guardando avanti, le previsioni degli azionisti più esperti sull’andamento futuro del titolo Autogrill sono ottime, con un aumento continuo del valore del titolo in Borsa. Dopo qualche anno di transizione l’azienda sta consolidando appieno i propri risultati, puntando pesantemente anche su una forte espansione nel mercato estero.

Il trend per il lungo periodo è al rialzo, con i prossimi anni che dovrebbero costituire un enorme slancio sul mercato e un ulteriore e conseguente aumento dei profitti: gli analisti, in questo caso, concordano nell’identificare l’acquisto di azioni Autogrill come ottimo e caldamente consigliato a tutti gli investitori.

BrokerValutazionedeposito minimoregolamentazioneinizia ad investire
1250 $USA Allowedinvesti ora!
2100 $USA Allowedinvesti ora!
3250 $investi ora!

I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD

Come acquistare azioni Autogrill in 5 mosse

Per iniziare ad investire, sarà necessario affidarsi a una delle migliori siti di trading – come eToro (recensioni e opinioni qui) – che ci consentono di effettuare le operazioni basilari del mercato degli investimenti, ed effettuare un’analisi tecnica dei titoli.

1° passo

Una volta entrati nel sito, basterà cliccare sul pulsante iscriviti subito e, una volta compilati i campi, si potrà effettuare l’accesso al proprio profilo.

2° passo

A questo punto basterà effettuare il primo deposito cliccando sull’icona apposita.

3° passo

Ora, cliccando sull’icona “Mercati” si potrà andare a scegliere dove operare, scegliendo tra Cripto, ETF, Azioni, Indici, Materie Prime e Valute.

4° passo

Scegliendo uno dei vari strumenti finanziari, ci si troverà davanti tutto un elenco di titoli su cui sarà possibile investire.

5° passo

Cliccando su uno dei titoli e valutando quale siano le migliori azioni sul mercato, sarà possibile selezionare la quantità da acquistare, impostare indicatori e concludere il tutto cliccando su “imposta ordine”.

[post_views]