Home Il Trading Online Come comprare e vendere azioni: guida pratica e consigli essenziali

Come comprare e vendere azioni: guida pratica e consigli essenziali

Da quando il mondo finanziario ha istituito i moderni mercati di Borsa, la pratica di comprare e vendere azioni si è sempre più diffusa. Gli investitori comprano azioni al fine di incassare i dividendi offerti dalle grandi società.

Avis des lecteurs: 34 votes
60% de comptes d’investisseurs de détail perdent de l’argent lors de la négociation de CFD avec ce fournisseur. Vous devez vous assurer que vous pouvez vous permettre de prendre le risque élevé de perdre votre argent

Da quando il mondo finanziario ha istituito i moderni mercati di Borsa, la pratica di comprare e vendere azioni si è sempre più diffusa.

Gli investitori comprano azioni al fine di incassare i dividendi offerti dalle grandi società. Oppure investono sulle azioni di borsa per fare della speculazione sul loro andamento. (Spesso con l’ausilio di vari indici, tra cui segnaliamo l’indice Euro Stoxx 50, il più importante).

In questo articolo cercheremo di spiegare al meglio tutto ciò che riguarda le azioni delle grandi società. Cercheremo di essere diretti, spiegando quei concetti che possono risultare complicati in modo semplice e con termini chiari. Evitando quei tecnicismi che rendono la materia difficile.

Diventare azionisti di una determinata società: comprare e vendere azioni

Lo scopo delle azioni societarie è quello di dividere la proprietà di una società in piccole parti, dette “azioni”. Quando si acquistano delle azioni societarie, sia azioni italiane che estere, si diventa di fatto proprietari della parte della società sulla quale si ha investito.

Naturalmente, solo i soci di maggioranza avranno il reale controllo delle decisioni che prenderà l’azienda. Tuttavia ciò non toglie che, possedendo anche solo un’azione, parteciperete a tutto quello che riguarda l’azienda (benefici e non), in quota percentuale rispetto al totale.

Dove si comprano le azioni

Esistono vari modi per comprare le azioni di una società:

  • Comprare le azioni nel momento in cui vengono messe in vendita dalla società stessa;
  • Comprarle da una persona che già le possiede con un atto di compravendita semplice;
  • Comprarle da un intermediario di banca;
  • Comprare le azioni da una piattaforma di trading online, come Alvexo.

Ai fini di questo articolo ci soffermeremo principalmente su quest’ultimo punto. Il fatto di comprare le azioni direttamente online per mezzo delle piattaforme di trading è molto semplice e rende l’operazione accessibile a tutti.

Acquistare e vendere azioni in banca

Le banche online offrono un servizio di piazzamento, assolutamente uguale a quello delle banche tradizionali per quanto riguarda le azioni. Ma hanno il grande vantaggio di operare completamente online, senza bisogno di appoggiarsi ad un operatore fisico. Ne è un esempio degno di nota Unicredit Banca.

Investire in azioni di Borsa è possibile tramite un intermediario di Banca o tramite le piattaforme di trading.

In pratica sarà la banca online stessa che si occuperà di fare da tramite tra chi sta vendendo le azioni e gli acquirenti. Lo stesso avverrà nel momento in cui decidete di vendere.

La banca online si occuperà di mettere in vendita le azioni a degli acquirenti.

Per poter accedere al servizio offerto dalle banche online dovrete sottoscrivere un Piano di Risparmio in Azioni, un conto-titoli o un’assicurazione sulla vita, che sono i principali prodotti bancari di piazzamento in Borsa. Sono dei prodotti ben conosciuti, che esistono sul mercato da moltissimi anni e probabilmente molti di voi hanno avuto modo di sperimentarli già una volta nella vita.

Questo metodo di compravendita un però un inconveniente piuttosto alto, che prevede le commissioni. Solitamente le commissioni sono piuttosto alte, aggirandosi più o meno attorno ad un 4%.

Il vantaggio di questo metodo d’acquisto è che solitamente il pacchetto azionario è gestito da un intermediario della banca stessa che vi viene assegnato. Si tratta di un professionista, per cui è da considerarsi particolarmente affidabile.

Facciamo qui una piccola digressione, purtroppo le notizie hanno riportato spesso situazioni in cui alcuni operatori di banca, talvolta conosciuti a livello locale, sono stati inquisiti per speculazione propria con soldi dei clienti. Purtroppo casi di questo genere si sono verificati, fortunatamente in numero ridotto, e solo in presenza di alcune specifiche situazioni.

Comprare e vendere azioni online

Il secondo metodo è quello di acquistare le azioni direttamente online attraverso una piattaforma di trading. Le piattaforme di trading online aprono per conto vostro un conto bancario online. Che vi permette di operare sui mercati finanziari. Il funzionamento è lo stesso offerto dalle banche tradizionali, con la differenza che non avrete un intermediario in carne ed ossa. Potrete decidere in autonomia come e dove investire in azioni. Il costo di gestione è nettamente inferiore rispetto a quanto offerto dalle banche tradizionali. Ovviamente ci sono titoli di borsa migliori di altri.

Un altro vantaggio offerto dai Broker online (così si chiamano realmente le piattaforme di trading) è quello di poter fare della speculazione sugli andamenti delle azioni senza necessariamente doverle comprare. Questo metodo d’investimento prevede l’uso dei CFD.

Il sistema offerto dalle piattaforme di trading online è molto semplice, e ha reso i mercati di borsa accessibili a tutti. Prima di decidere quale sia il metodo per comprare e vendere azioni che più vi si addice, vi consigliamo di valutare con attenzione le metodologie disponibili a seconda non solo del vostro grado di conoscenza, ma anche in base al vostro reale interesse e tempo che siete disposti a dedicare allo studio del funzionamento dei mercati di borsa.

Quando è il momento migliore per comprare azioni

Comprare e vendere azioni è sicuramente uno dei metodi speculativi più vantaggiosi dal punto di vista economico. Ma non deve essere fatto in modo superficiale e senza una reale cognizione di causa. Per comprare e vendere azioni bisogna aver chiaro da subito dove si vuole andare a parare. Bisogna avere una strategia.

È fondamentale scegliere una strategia efficace.

Per valutare la strategia migliore da applicare, è necessario considerare le varie possibilità:

  • Si possono acquistare azioni di una società che nel tempo ha sempre distribuito dividendi. Con l’obiettivo di tenere le azioni per lungo tempo.
  • Comprare azioni ad un prezzo favorevole con l’obiettivo di rivenderle quando avranno una quotazione al rialzo;
  • Investire su una società nuova, che ha delle buone potenzialità e che si prevede possa crescere nel futuro – (il caso straordinario di Netflix o Amazon);
  • Acquistare azioni di società che investono molto in ricerca e sviluppo, puntando su un futuro d’avanguardia.

Se invece optate per un investimento tramite i CFD non dovete badare più di tanto a quanto sia il prezzo effettivo delle azioni al momento, perché otterrete dei guadagni solo anticipando l’andamento del mercato, sia che sia al rialzo che sia al ribasso.

Prima di acquistare delle azioni in Borsa è bene valutare sempre se si tranno verificando una o più di queste condizioni:

  • L’azione si trova all’interno di una tendenza rialzista forte e stabile;
  • Un evento significativo ha influenzato al rialzo la quotazione dell’azione, o lo farà nel prossimo futuro;
  • Gli indicatori indicano una continuazione della tendenza rialzista o un’inversione al rialzo di una tendenza negativa;
  • Il settore di attività a cui appartiene l’azione sta vivendo un momento particolarmente favorevole.

Quando è il momento giusto per vendere le azioni

Le azioni di borsa si vendono sostanzialmente per due motivi: recuperare i soldi investiti e/o ottenere un guadagno immediato.

Lo scopo principale delle azioni è quello di ottenere dei profitti per mezzo dei dividendi, ma se questi profitti ad un tratto cominciano a scarseggiare o non vengono distribuiti, è opportuno vendere le azioni e magari rivolgersi ad altre che nel momento risultano più lucrative.

Sulle piattaforme di trading online è possibile vendere delle azioni, come abbiamo detto precedentemente. Rivendere un titolo tramite i broker online è molto semplice e tutti possono farlo senza complicarsi eccessivamente la vita.

Se avete preferito invece un investimento sulle azioni tramite i CFD non andrete a rivendere le azioni – che tra l’altro non avete nemmeno acquistato – ma chiuderete il contratto stesso.

Per quanto riguarda i CFD dobbiamo considerare che è il momento di applicarli quando:

  • La loro quotazione si iscrive in una tendenza forte e stabile.
  • Si è verificato o si verificherà un evento che con molta probabilità comporterà un calo o un crollo dell’attivo in questione.
  • Uno o più indicatori tecnici annunciano un forte calo o un’inversione ribassista su un’azione.
  • Il settore in cui opera la società in oggetto è toccato da una forte crisi economica.

Come operare con le strategie a breve termine

Avrete sicuramente sentito parlare di strategie a breve termine o di strategie intraday o di day trading. In realtà tutti questi termini sono sinonimi. Indicano le strategie che si eseguono nel corso di una giornata entro la fine della sessione di borsa.

In questo caso gli investitori tendono ad usare un effetto leva, perché solitamente i titoli non hanno delle eccessive variazioni nel corso di un solo giorno (certo esistono le eccezioni). Si cerca di moltiplicare l’incasso con la funzione leva. Attenzione, come l’effetto leva moltiplica gli incassi, allo stesso modo moltiplica le perdite.

Anche le operazioni che prevedono il trascorrere di qualche giorno rientrano tra quelle a breve termine. In questo caso, a meno che non siate disposti a rimanere di fronte al monitor costantemente, è bene assicurarsi di impostare lo stop loss.

Le strategie a lungo termine

Le strategie a lungo termine prevedono invece il mantenere le posizioni per molto tempo. In questo caso è bene non preoccuparsi delle piccole variazioni nel corso del giorno a rialzo o al ribasso.

La valutazione deve essere fatta nel corso del tempo e non nell’immediato. C’è però da considerare che un investimento di questo tipo deve avere un capitale d’investimento adeguato. Per far fronte a quelle che possono essere le fluttuazioni temporanee al ribasso.

Per quanto tempo bisogna tenere le azioni

Non è possibile indicare con esattezza per quanto tempo è necessario mantenere il possesso delle azioni. Perché se avete compreso quanto abbiamo spiegato sopra, tutto dipende dalla strategia che si vuole applicare.

Non c’è una data di scadenza delle azioni.

Ci sono società che da più di vent’anni distribuiscono in modo costante i dividendi tra i propri investitori. In questo caso è assurdo vendere le azioni.

Come regola generale possiamo dire che ogni situazione va valutata in modo a sè stante. Ed è chiaro ogni caso avrà delle caratteristiche generali diverse da valutare volta per volta.

Quanto costa l’acquisto o la vendita delle azioni

Quando si comprano e vendono azioni bisogna valutare vari aspetti, già che non si tratta di una semplice compravendita a mo’ supermercato, ma dello scambio effettivo di un contratto.  Ogni investimento all’acquisto o alla vendita avrà un costo corrispondente a delle spese chiamate “spese di mediazione”.

Le spese di mediazione dipendono da vari fattori:

  • Il mercato dove vengono piazzate (Europeo, Asiatico…)
  • La commissione dovuta al broker

Le piattaforme di trading online certificate e sicure sono molto chiare sotto quest’aspetto. Al momento della compravendita indicano in modo adeguato ogni voce di spesa. Vi risulterà quindi piuttosto semplice capire quale sarà il costo finale reale del vostro acquisto o della vostra vendita. Parliamo anche di costo di vendita perché effettivamente il broker guadagna una commissione per sogni movimento effettuato,  a prescindere che si tratti di acquisto o di vendita.

Oltre alle commissioni ci sarà anche da considerare il prezzo dello spread se state investendo tramite i CFD.

Lo spread corrisponde ad una differenza tra la quotazione reale di un attivo e la quotazione di acquisto o di vendita.

Di conseguenza, al momento dell’acquisto di azioni, il prezzo di acquisto sarà leggermente superiore al prezzo reale dell’attivo in questione e, in caso di vendita di azioni, il prezzo di vendita sarà leggermente inferiore al prezzo reale dell’attivo.

Naturalmente anche questo è un importo variabile e ogni piattaforma di trading ha un importo diverso a cui fare riferimento.

Quali sono le azioni di Borsa che si possono comprare online

Le piattaforme di trading online hanno molto ampliato la loro offerta nel corso degli ultimi anni.

Attualmente è possibile tradare azioni delle maggiori società italiane, europee e internazionali.

L’offerta naturalmente non si limita alle azioni delle società, dato che le piattaforme di trading permettono di fare operazioni anche sull’andamento delle monete, dei titoli di stato, materie prime e naturalmente sugli indici di borsa. Nell’ultimo periodo ha inoltre preso piede anche la possibilità di fare del trading con le criptovalute.

Quest’ultima possibilità è molto apprezzata dagli investitori più intraprendenti, dato che permette di sfruttare l’incredibile volatilità delle valute virtuali per ricavarne un profitto.

Investire in borsa al giorno d’oggi è davvero molto semplice e tutti possono trovare la forma d’investimento più adatta alle proprie capacità e ai propri interessi. Inoltre, investire in borsa per mezzo delle piattaforme di trading online non richiede la disponibilità di molti soldi iniziali: chiunque può cimentarsi nel trading.

[post_views]